Auto Italia 2014

Auto Italia 2014

Alla 29esima edizione di Auto Italia svoltasi domenica 30 marzo di fronte al vecchio parlamento, oltre 12.000 persone sone venute ad ammirare le vetture ‘esotiche’ (Ferrari, Lamborghini, Maserati, De Tomaso, Lancia) e anche  le Alfa Romeo, le Fiat, le moto e gli scooter – tutti esemplari di stile, design, eleganza e performance.

Quest’anno c’erano oltre 250 vetture in mostra molte delle quali erano venute da Sydney, Melbourne e Queensland. Il presidente dell’Italian Cars Association è Tony Hanrahan che all’inizio era un grande appassionato di Alfa ma si è poi convertito alla Fiat Arbath.

Il nuovo ambasciatore Pier Francesco Zazo ha voluto celebrare questa festa motoristica italiana con un ricevimento sabato 29 marzo a cui erano stati invitati sia gli organizzatori che molti dei partecipanti. L’ambasciatore ha pure presentato i premi ai proprietari delle migliori vetture, moto e scooter in mostra il giorno seguente.

Quest’anno ricorre il 100esimo anniversario della Maserati e ce n’era una trentina di esemplari. Tra questi figurava una Maserati Mistral Spyder gialla fabbricata cinquant’anni fa che ha vinto uno dei premi.

Gli amanti della mitica Ferrari ammiravano e fotografavano in particolare la F40 di Peter Ciampa di Canberra che ne aveva aperto il ‘bagagliaio’ per rivelare il suo gigantesco e lucido motore. Anche le Lamborghini erano molto popolari e quando i proprietari accendevano il motore e pigiano sull’acceleratore si formava subito una calca di appassionati attirati dal boato.

La zona dedicata alle moto era un vero paradiso per gli appassionati della Ducati. E alcuni degli scooter avevano un bel tocco femminile a giudicare dai colori pastello e dai disegni.

Io ho avuto la fortuna di potermi sedere nella Ferrari California di Roberto Andriolo (anche lui di Canberra), una decapottabile del 2012, ed accelerare in modo da sentire la potenza del motore – o almeno apprezzarne il boato. Chi avrebbe detto che basta accelerare una Ferrari, da fermi, per innamorarsene? Non costa niente sognare….

Yvette prova l'acceleratore della stupenda Ferrari California di Roberto  Andriolo - website

Yvette Devlin